LA TECNICA DELLA SCUOLA: LA LEGGE STABILITA’, SI DEL SENATO: alunni a casa da soli e il controllo sui vaccini torna alle Asl

Ci sta anche la scuola, con due provvedimenti ex novo, tutt’altro che centrali ma mediaticamente rilevanti, tra quelli approvati al Senato rispetto al testo della Legge di Stabilità espressa dal Consiglio dei ministri solo qualche settimana fa.

Alunni under 14 a fine lezioni: niente più vigilanza coatta per i docenti e la scuola
In attesa di un approfondimento tecnico del testo, per il momento possiamo dire che la fiducia sul maxiemendamento al testo “licenziato” dal CdM, espressa con 148 voti favorevoli e 116 contrari (tra cui Mdp e i fuoriusciti dal Pd), ha prodotto innanzitutto la possibilità che anche gli alunni con meno di 14 anni possano tornare autonomamente da scuola, previa autorizzazione dei genitori che esonera gli istituti dalla responsabilità “connessa all’obbligo di vigilanza”.

La norma, come preannunciato dalla Tecnica della Scuola, indica pure le modalità di esenzione dalla responsabilità in caso di servizi di utilizzo, da parte deli allievi uscita a fine lezione, degli scuolabus. Andando, in questo modo, a dirimere tutte quelle situazioni analoghe a quella che ha portato alla morte di un alunno, quasi quindici anni fa, e che poi ha prodotto la sentenza sanzionatoria della Cassazione, nei confronti della scuola, del dirigente scolastico e del docente dell’ultima ora di lezione.

Rispetto, quindi, al testo originario dell’on. Simona Malpezzi, responsabile Scuola dello stesso Partito Democratico, si è giunti, quindi ad una sorta di evoluzione di quel documento, anche a seguito dei tanti emendamenti presentati nei giorni scorsi.

Vaccini, si cambia: i controlli passano direttamente alle Asl
Ma c’è anche un’altra novità, che sicuramente farà discutere: la retromarcia sulle vaccinazioni degli alunni, il cui controllo non sarà più delegato alle segreterie scolastiche.

Con questa decisione, preannunciata dal Messaggero, si cerca anche di venire incontro alle necessità delle scuole, prive spesso del personale minimo per portare avanti le pratiche quotidiane, in Senato si sono convinti che dal prossimo anno scolastico, gli istituti non dovranno più verificare con i genitori la regolarità delle vaccinazioni.

Saranno direttamente le Asl ad inviare i certificati. Una decisione davvero saggia, visto che già ora le Asl sono comunque tenute a fare riscontri dettagliati delle dichiarazioni dei genitori. Tanto vale, giustamente, assegnare l’opera di controllo interamente a loro.
17/11/2017
La Tecnica della Scuola
Alessandro Giuliani

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Commenti chiusi