NEWS 26/10/2020

Come avevamo annunciato nella news precedente la farsa dello scaricabarile sulle responsabilità tra governo, regioni e sindaci era in realtà una trattativa per stabilire la percentuale di DAD da propinare agli allievi e così è stato.
Vengono sacrificati gli studenti delle superiori, i più grandi, quelli che secondo il governo fanno più “movida” per non intasare i mezzi di trasporto, del tutto insufficienti per mantenere il distanziamento.
Per infanzia e primo ciclo (primaria e medie) non cambia nulla: si proseguono le lezioni in presenza, nel rispetto delle regole sanitarie.
Il compromesso raggiunto col nuovo DPCM in vigore da oggi e fino al 24 novembre porta a un aumento generalizzato della didattica digitale integrata nelle scuole superiori che dovrà attestarsi a una quota pari «almeno al 75% delle attività» su tutto il territorio nazionale; si potrà salire anche più su fino al 100% e non è detto che molti istituti, per comodità, non lo facciano.
Tutti gli istituti superiori avranno un solo giorno di tempo, oggi, per adeguare la propria l’organizzazione didattica alle nuove misure, che diventano efficaci da domani.
Per le superiori si possono/devono rimodulare gli orari di ingresso e uscita degli studenti. In quest’ottica, si apre alla possibilità di optare per turni pomeridiani, oppure di predisporre che l’ingresso degli alunni avvenga non prima delle ore 9 per non intasare gli autobus.
Lo stop ai concorsi, previsto nella bozza del DPCM sparisce e quindi il concorsaccio straordinario , già iniziato, continuerà e in piena pandemia si faranno anche gli altri concorsi ordinari.
Confermata la sospensione di viaggi di istruzione, gemellaggi, visite guidata, uscite didattiche, pur tutti gli ordini e gradi di scuola. Fanno eccezione le attività di scuola-lavoro e i tirocini, dove vanno comunque rispettate le regole sanitarie.
Per il concorsaccio straordinario è stato predisposto un nuovo modulo di autocertificazione
redatto in base alle nuove regole.
Per i concorrenti che per vari motivi, legati o no al covid, non possono partecipare è stato predisposto un modulo di richiesta di prova suppletiva.

UNICOBAS Scuola & Università
Aderente alla Confederazione Italiana di Base
Sede regionale via Pieroni 27 – 57123 LIVORNO – Tel. 0586 210116
Sito regionale: www.unicobaslivorno.it e-mail: info@unicobaslivorno.it

==>VEDI PDF – NEWS 26-10-2020

ISTANZA PROVA SUPPLETIVA CONC. STRAORD.

Dpcm_24_ottobre

autodichiarazione-procedura-straordinaria-

I commenti sono chiusi